08.01.19

Gli inevitabili della Sardegna Meridionale

Sud Sardegna
Image Gli inevitabili della Sardegna Meridionale

Essendo la seconda isola più grande del Mediterraneo dopo la vicina Sicilia, quest'isola possiede bellissimi tesori naturali: alcune delle spiagge più belle d'Europa e centinaia di grotte! Il sud è ancora selvaggio e non è troppo distorto dal turismo. E i sardi sono davvero ospitali, il che aggiunge al soggiorno qualcosa in più. Programma del mio soggiorno attraverso questo diario di viaggio in Sardegna per due settimane intere: Cagliari, Costa del Sud, Costa Verde, Golfo di Orosei (una pepita!) E ritorno da Tuili. Ecco la selezione di eDreams.

La strada panoramica di Porto Teulada a Chia

La SP71, rinomata per essere una delle strade più belle della Sardegna, ti permette di percorrere la costa sud-orientale e il mare con splendidi panorami. La Strada Panoramica della Costa del Sud (altro nome della SP71) corre per 25 km attraverso numerose baie e spiagge con acqua trasparente. Ce ne sono così tanti che la parte difficile sarà scegliere in quale preferisci nuotare!

Per aiutarti un po ', qui ci sono i luoghi inevitabile di eDreams

- La Spiaggia di Cala Piscinni, ideale se hai bambini perché puoi parcheggiare all'ingresso della spiaggia
- La Torre di Pixinni e la sua baia di piccoli ciottoli: uno dei miei preferiti di tutto il mio itinerario in Sardegna, eravamo lì da soli!
- Spiaggia di Tuerredda, sabbia fine e acqua turchese
-  Spiaggia di Su Giudeu, così grande che sei sicuro di trovare un posto dove mettere il tuo asciugamano
- Cala Cipolla: una spiaggia con grandi rocce e acqua limpida. Questa è la mia spiaggia preferita sulla Strada Panoramica!
- Il faro di Capo Spartivento, accessibile da un sentiero da Cala Cipolla. Permette di ammirare un magnifico panorama su tutta la costa.

Isola di Sant'Antioco

Se ti stai chiedendo cosa vedere assolutamente nel sud della Sardegna, eDreams ti consiglia di fare una passeggiata sull'isola di Sant'Antioco. Dopo la Sicilia, la Sardegna e l'isola d'Elba, è la quarta più grande isola d'Italia. Non ha bisogno di prendere un traghetto per raggiungerlo, un ponte si collega al continente.

Da vedere sull'isola di Sant'Antioco in Sardegna:

- La città di Sant'Antioco: la città principale dell'isola dove è possibile passeggiare lungo il porto e il mare; visitare la Basilica di Sant Antioco, il museo archeologico, il Forte Su Pisu e il Villagio Ipogeo, un gruppo di case troglodite.
- Maladroxia, una piccola stazione balneare con spiaggia, ristoranti e alberghi.
- Spiaggia di Coa Quaddus, spiaggia selvaggia con vista sulla Torre Canai
- Cala Sapone: piccola spiaggia con bar e ristoranti che offrono la possibilità di noleggiare pedalò e canoa kayak
- Cala Lunga: la più bella spiaggia di Sant'Antioco! Acqua limpida, sabbia fine e poca profondità.

La Giara di Gesturi e il Nuraghe di Barumini

La Giara, situata nel centro-sud della Sardegna, ospita una rara specie di cavalli selvaggi in Italia e in Europa chiamata "Cavallini della Giara" e un parco composto da querce da sughero e macchia mediterranea. L'area è di una importanza notevole in quanto ospita monumenti archeologici come il famoso Nuraghe di Barumini, chiamato anche "Su Nuraxi" e dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO nel 1997. I nuraghi sono torri difensive che si trova ovunque sull'isola, caratterizzato dalla sua forma a tronco di cono e composto da grandi rocce a secco in muratura.

Villasimius

Una delle città più popolari nel sud della Sardegna grazie alla sua località turistica popolare con le sue acque cristalline, calette e lunghe spiagge di sabbia bianca, un paesaggio circondato dal Mediterraneo. Villasimius moltiplica la sua popolazione in estate. Tra le spiagge più belle: Porto Sa Ruxi, Campus e Campulongu, La Spiaggia del Riso (dal nome dei granelli che lo caratterizzano), Cala Caterina, l'incantevole Porto Giunco, la meravigliosa Punta Molentis ei fenicotteri che volano nel cielo sopra la distesa del mare azzurro e limpido della perla miracolosa della Sardegna meridionale.

Costa Verde

Nella Sardegna sud-occidentale, tra le montagne e i cespugli forgiati dal vento, nella più selvaggia e isolata Sardegna, si estende un'imponente estensione costiera di circa 47 chilometri: la Costa Verde. Una successione di spiagge incontaminate, Piscine con le dune di sabbia più alte d'Europa, scogliere che scorrono in profondità in un mare di acque verdi, aperte e profonde, amate dai surfisti più audaci. Tramonti inevitabili lungo questa costa, dove l'occhio si perde nel cielo che diventa rosa. Non c'è solo il mare nella Marina Arbus: vale la pena visitare i siti archeologici minerario di Montevecchio, Buggerru, Ingurtosu e quello di Porto Flavia a Masua, le cime del Pan di Zucchero e il torre di difesa di Torre dei Corsari. Nel villaggio di Arbus si trova il Museum del coltello, che possiede il coltello più pesante del mondo.